09
Mag
13

Domande scomode

Immagine

La perversione consiste nel cercare di annegare il dolore, che è alla base di ogni processo evolutivo, con una marea di analgesici. Gli oggetti sono analgesici. Il possesso stesso è un analgesico. Il consumatore preferisce arrivare allo scambio di guida tra se stesso e l’oggetto che affrontare l’inconsistenza del suo bisogno, perché accorgersi che non ti serve né una macchina né un televisore né una carriera implica scoprire che non hai davvero bisogno di andare da nessuna parte, non hai davvero bisogno di vedere e sentire sconosciuti che pensano al posto tuo sui casi del mondo, non hai davvero bisogno di un riconoscimento sociale per esistere.

Ti toccherebbe domandarti dove cazzo vuoi davvero andare. Che cosa vuoi davvero vedere o ascoltare. Che cosa davvero ti attua.

E questo, fa male.


0 Responses to “Domande scomode”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Stefano Re

Questo Blog raccoglie racconti, riflessioni, illazioni, delazioni e deliri di Stefano Re.

AVVISO SUL COPYRIGHT

Alcune immagini e testi presentati su questo blog sono coperti da Copyright. Ne sono consentite la visione e la registrazione a uso privato. NON ne è consentita la commercializzazione in alcuna forma. Chi desiderasse farne uso nel proprio sito web è pregato di informarne l'autore.
maggio: 2013
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: