Archivio per 3 settembre 2009

03
Set
09

Non è un paese per vecchi

Sì: ottima fotografia, ottima storia, ottimo montaggio, ottima non-musica, ottimi attori, ottimo tutto. Ma quello che mi ha colpito di più è come venga disegnata la sconfitta del cerchio.

Il vecchio sceriffo la sa lunga, e infatti indovina quasi tutto quello che succede, punto per punto, pur avendone solo frammenti sott’occhio. Capisce che cosa sta accadendo, prevede le mosse degli altri, fa del suo meglio per salvare il salvabile e invece non ne imbrocca una: tutti quelli che voleva salvare o proteggere gli crepano attorno e alla fine resta sconfitto a sognare suo padre che lo anticipa nei beati pascoli eterni, dove non faccia tanto freddo.

Il texano in fuga col grano è un duro, ma torna per dare un sorso d’acqua ad un tizio morente ed è esattamente da lì in poi che tutto gli rovina addosso. Anche lui è sveglio però, prevede le mosse del suo nemico, lo anticipa, lo prende in contropiede, non solo sfugge diverse volte ma quasi riesce ad ammazzare un immortale, eppure alla fine finisce accoppato da quattro sciammannati che lo incastrano con una battona qualsiasi.

Il secondo cacciatore anche lui è sveglio, sa tutte le regole del gioco, capisce e anticipa le mosse del texano, trova quel che nessuno è riuscito a trovare ma prima che riesca a metterci sopra le mani finisce anche lui ammazzato senza gloria né infamia.

Il tizio che ha finanziato la ricerca del tesoro, stessa storia: in gamba, pieno di mezzi, potente nel suo palazzo uffici patinato, eppure via anche lui come a tirare lo sciacquone.

E infine anche il superkiller, dopo aver giocato a scacchi con tizi armati fino ai denti e aver ammazzato mezza contea si ritrova con un nulla di fatto: non ha recuperato i soldi, non è stato ovviamente pagato, non ha ucciso chi voleva davvero uccidere. Lo schianto al semaforo con cui esce di scena è secondo me indicativo: neanche per lui il cerchio si chiude.

Mi viene in mente Dürrenmatt e il suo teorema ne “la promessa”: tutto rotola, niente torna. La sorte gioca a testa o croce, con tutti quanti.

SCHEDA
Non è un paese per vecchi
regia di Ethan e Joel Coen, anno 2007
Personaggi e interpreti:
Tommy Lee Jones – Sheriff Ed Tom Bell
Javier Bardem – Anton Chigurh
Josh Brolin – Llewelyn Moss
Woody Harrelson – Carson Wells

–> Non è un paese per vecchi su IMBD – [eng]

03
Set
09

Idiocracy

Il pregio di questo film è che maschera da film demenziale una spietata denuncia della dilagante pigrizia mentale.
Il protagonista, Joe, è un individuo di media intelligenza dei nostri tempi, in altre parole un ignorante, mentalmente pigro e mediamente imbecille. Eppure nel mondo in cui si viene a trovare appare un genio. La sua limitata e banale logica appare inarrivabile quando si scontra con la cieca ottusità di un popolo abituato a ritenere gli slogan pubblicitari quali verità autogiustifcantesi.

– Ma Brawndo è quello che vogliono le piante!
– Sì, ha gli elettroliti!
– Ma almeno lo sapete che cosa sono gli elettroliti?
– Quelli che usano per fare Brawndo.
– Si, ma perché li usano per fare Brawndo?
– Perché Brawndo ha gli elettroliti!

Il motivo per cui non può avere successo di pubblico è lampante: lo spettatore medio si identifica di più con gli ebeti del mondo del futuro che con il protagonista. E benché ebete, lo spettatore medio percepisce di essere sottilmente insultato per tutta la durata del film. Ovvio che possa solo biascicare: “che film stupido” e correre a casa ad accendere la televisione per ridere di gusto guardando Striscia la notizia o Vacanze di Natale.

SCHEDA
Idiocracy
regia di Mike Judge, anno 2006
Personaggi e interpreti:
Luke Wilson – Joe Bauers
Maya Rudolph – Rita
Dax Shepard – Frito

–> idiocracy su IMBD




Stefano Re

Questo Blog raccoglie racconti, riflessioni, illazioni, delazioni e deliri di Stefano Re.

AVVISO SUL COPYRIGHT

Alcune immagini e testi presentati su questo blog sono coperti da Copyright. Ne sono consentite la visione e la registrazione a uso privato. NON ne è consentita la commercializzazione in alcuna forma. Chi desiderasse farne uso nel proprio sito web è pregato di informarne l'autore.
settembre: 2009
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930