02
Set
09

Al diavolo quest’epoca di codardia imperante

Al diavolo questo sistema giudiziario che vive di se stesso.
Al diavolo questo sistema penale che non sa punire, non sa riabilitare, non sa dare sicurezza.

Al diavolo gli ipocriti della pace che spaccano vetrine.
Al diavolo chi chiama “missioni di pace” mandare soldati da qualche parte.
Al diavolo chi manifesta contro le guerre imperialiste di Bush: andate a manifestare sotto le finestre di Putin o di Ahmadinejad, codardi!

Al diavolo chi premia l’astensionismo.
Al diavolo chi cerca di “curare” la ferocia come fosse una malattia.
Al diavolo quelle merde sedute sulle poltroncine nei salotti televisivi a commentare su chi getta sassi dai cavalcavia o brucia vivo un barbone: quei quattro pirla assassini sono mille volte più sani di voi!

Al diavolo chi ha paura di offendere questa o quella memoria: i morti sono morti.
Al diavolo chi parla di crisi e indossa abiti firmati con tre cellulari nelle tasche.
Al diavolo chi ciancia di diritti inviolabili: l’unico diritto che si acquisisce nascendo è quello di morire, prima o poi. E la maggior parte delle persone manco se lo arriva a meritare: vergogna!

Al diavolo chi si barrica dietro la costituzione: è solo un pezzo di carta. Se non ci serve più, lo si getta nel cestino.

Al diavolo quest’epoca di codardia imperante e tutti coloro che ci pasteggiano: rivoglio un Hitler, o perlomeno un Ghandi.

Stefano Re © 2008


0 Responses to “Al diavolo quest’epoca di codardia imperante”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Stefano Re

Questo Blog raccoglie racconti, riflessioni, illazioni, delazioni e deliri di Stefano Re.

AVVISO SUL COPYRIGHT

Alcune immagini e testi presentati su questo blog sono coperti da Copyright. Ne sono consentite la visione e la registrazione a uso privato. NON ne è consentita la commercializzazione in alcuna forma. Chi desiderasse farne uso nel proprio sito web è pregato di informarne l'autore.
settembre: 2009
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: