01
Set
09

le regole del gioco

a me non interessa competere
è come giocare a gettare dadi coi bambini
il mondo del lavoro, la carriera, i soldi
sono cose che per me valgono quanto le macchinine o i soldatini per un adulto
quando vedo le persone che si sgambettano o si dannano per ottenere queste cose
per scalarle
mi sento esattamente come fossi in un asilo
circondato da bambini ritardati
che litigano per le biglie colorate
ovviamente ai loro occhi sono uno sfigato
ho 40 anni, non ho un lavoro, non ho uno stipendio, non posso fare vacanze in posti alla moda, non ho soldi, non ho il mio nome che figura in qualche università
li capisco, ma non posso vivere come loro

io sono il mio mondo.

Stefano Re © Agosto 2009


0 Responses to “le regole del gioco”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Stefano Re

Questo Blog raccoglie racconti, riflessioni, illazioni, delazioni e deliri di Stefano Re.

AVVISO SUL COPYRIGHT

Alcune immagini e testi presentati su questo blog sono coperti da Copyright. Ne sono consentite la visione e la registrazione a uso privato. NON ne è consentita la commercializzazione in alcuna forma. Chi desiderasse farne uso nel proprio sito web è pregato di informarne l'autore.
settembre: 2009
L M M G V S D
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: