05
Ago
09

Ad Alice

Il mio coniglio ha percorso lande desolate, rigogliosi regni e giardini stregati. Si è riposato all’ombra di mura antiche, sotto frutti brillanti e velenosi e ha visto alberi morti e bruciati fiorire per una notte. Ha bevuto da acque limpide e pozze di sangue fresco, osservato cavalieri col volto chino piangere sui piedi scalzi di una Dea, uomini col volto in fiamme affondare le loro asce nelle carni, poeti ubriachi cantare di regali senza fine. I suoi occhi portano questo e altro, la sua grazia è la sua condanna.

Il suo manto non è bianco.


1 Response to “Ad Alice”


  1. 1 katia salvaderi
    6 agosto 2009 alle 01:19

    Meraviglioso. Tu.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...


Stefano Re

Questo Blog raccoglie racconti, riflessioni, illazioni, delazioni e deliri di Stefano Re.

AVVISO SUL COPYRIGHT

Alcune immagini e testi presentati su questo blog sono coperti da Copyright. Ne sono consentite la visione e la registrazione a uso privato. NON ne è consentita la commercializzazione in alcuna forma. Chi desiderasse farne uso nel proprio sito web è pregato di informarne l'autore.
agosto: 2009
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: